sabato 30 settembre 2017

AUMENTO CONTI CORRENTI: DAL 1° OTTOBRE ARRIVA LA STANGATA

L’autunno appena iniziato sarà molto caldo, almeno per quanto riguarda i costi di gestione dei conti correnti online. Dal primo ottobre le banche iniziano a introdurre nuove spese di gestione dei conti e per operazioni effettuate allo sportello e prelievi dai bancomat. Si può arrivare, secondo le stime, fino a ben 4 euro per un'operazione allo sportello, a 2 euro per l'invio dell'estratto conto e a 35 euro per l'apertura di un conto online dalla filiale fisica.



Le variazioni dei costi riguarderanno principalmente il prelievo del contante allo sportello, movimenti allo sportello, bonifici disposti in filiale, costo per ogni utenza domiciliata in banca. E per istituti di credito attivi sostanzialmente sul web cambiano costo per ogni utenza domiciliata, prelievo Atm su propria banca, altra banca e prelievo in un altro paese dell'Unione. Secondo quanto riporta, Il Corriere delle Comunicazioni, dal 1° ottobre, pur mantenendo a zero il canone mensile, tra gli istituti di credito virtuali che applicheranno rincari vi saranno: conto Hello! Money di Hello Bank (4 euro per bonifico allo sportello e 1 euro per l'estratto conto cartaceo); conto corrente Digital di Che Banca! con 3,80 euro per costi extra; We Bank di Webank.it dove un bonifico costerà 3 euro e 1,35 l'estratto conto cartaceo.


I meno colpiti da questi incrementi sono gli utenti che operano esclusivamente solo in filiale: in questo caso la variazione è stata di circa 13,7 euro (per i single questa operatività è anche più conveniente di circa 11,7 euro rispetto al 2013), anche l'utilizzo esclusivo allo sportello continua a risultare meno conveniente dell'home banking con 136, euro medie di spese all'anno contro 89 e i 109,8 euro dell'operatività mista.


Cosa possono fare i consumatori per difendersi da questi rincari applicati unilateralmente? Se la banca aumenta unilateralmente i costi dei conti correnti, la normativa vigente stabilisce la possibilità di recedere dal contratto cambiando banca e senza sostenere costi accessori.


Uno studio recente ha riscontrato aumenti dei costi annuali complessivi per i clienti fino a 36 euro solo negli ultimi quattro anni, principalmente per quanto riguarda i conti con operatività mista, cioè sia online che in filiale. Fra i conti correnti online aumenteranno anche quelli a zero canone, molto pubblicizzati dagli istituti di credito negli ultimi anni. 

Le maggiorazioni coinvolgono principalmente chi possiede un conto corrente di un istituto di credito tradizionale (quindi banche ed operazioni allo sportello) con operatività mista (online e in filiale). Sono circa 27,9 euro all'anno in più i soldi che si pagano rispetto al 2013; con un aumento maggiore relativo per il profilo di consumo "famiglia" che, rispetto a 4 anni fa, paga 36 euro in più (133 euro contro 97 euro).

Nessun commento:

Posta un commento