venerdì 9 settembre 2016

USURA: BUSINESS DA 82 MILIARDI. VITTIME 3 MILIONI DI FAMIGLIE

Secondo uno studio uscito in questi ultimi giorni da parte dell'EURISPES, ottenuto incrociando una serie di dati per fare emergere anche il "nero", ammonta a 82 miliardi di euro il business annuo relativo alla sola USURA. Vittime soprattutto tre milioni di famiglie e una azienda ogni 10 in tutti i settori, da quelli del commercio e dei servizi a quelli dell'agricoltura, 



CHI È LO STROZZINO?

Eurispes ha identificato quello che secondo l'analisi è l'usurario tipo, il carnefice che sfrutta la debolezza altrui. E non sono solo organizzazioni criminali, come la mafia, che rimane comunque in testa al fenomeno. Tra questi anche l'"amico della porta accanto", persone insospettabili che continuano ad approfittare della crisi per arricchirsi a scapito di chi è in difficoltà finanziarie.  

Il 12% per cento delle famiglie (su un totale di 24,6 milioni di famiglie) si rivolge a privati (non parenti o amici) per avere accesso a un  prestito, in seguito al rifiuto da parte degli istituti bancari. La stima è di 10.000 euro a testa (richiesti anche in diverse occasioni), per una cifra di 30 miliardi di euro per 3 milioni di famiglie nel ruolo di vittime. Con gli strozzini ci rimettono tutti: le famiglie che in media devono restituire il doppio di quanto avuto in prestito (oltre 60 miliardi); stesso discorso per le imprese agricole (4,95 i miliardi resi a fronte dei 2,25 ricevuti) e per quelle commerciali (indietro 11 miliardi contro i 5 avuti).

ANCHE GLI ISTITUTI BANCARI PRATICANO USURA 

Responsabilità anche da parte della banche, che nel corso degli ultimi anni hanno rifiutato prestiti alle imprese, riducendo e chiudendo fidi e finanziamenti. Ma anche in seguito a usura bancaria, fronte su cui SDL Centrostudi si sta battendo da anni al fianco di imprese e famiglie. 
Sdl Centrostudi è infatti una  società di consulenza che con le sue centinaia di consulenti in sedi territoriali e in tutta Italia  si occupa di usura, anomalie bancarie e anatocismo – quest'ultima la pratica di applicare interessi su altri interessi. 
Sdl Centrostudi è una società di consulenza il cui compito è  salvare imprese e famiglie dagli illeciti delle banche, come usura e anatocismo
In seguito all'aggravarsi della crisi economica sono migliaia gli imprenditori e i privati che vengono assistiti da SDL entrando e vincendo le cause contro le banche.

Sul canale Youtube di Sdl Centrostudi sono decine poi le testimonianze video di imprenditori e liberi professionisti che hanno chiesto aiuto e che hanno ottenuto soddisfazioni: Daniela Bariselli,  Biosystem Italia, GRC autogru e piattaforme srl, Franco Garlascà,  Davide Fusaroli, Seragni Luigi, Filippo De Gori, Luigi Baronio, e molti molti altri. 


LE REGIONI A MAGGIOR RISCHIO? SUD E ISOLE PER LA CRIMINALITÀ CENTRO E NORD ITALIA PER GLI ISTITUTI DI CREDITO

Eurispes ha incrociato 23 variabili socio-economiche, compresi il livello di disoccupazione, quello di ricchezza complessiva del territorio, l’entità dei fenomeni estorsivi. Se la media nazionale di vulnerabilità è del 44%, la maglia nera va a Parma, che si assesta al 100%: un dato che - secondo l’Eurispes - può dipendere anche del perdurare dello stato di sofferenza del tessuto produttivo e sociale a partire dall’inizio della crisi del 2008. Con Parma tra le prime sette province ad alto rischio ci sono Crotone (96,8), Siracusa (91,9), Foggia (86,1), Trapani (85,6), Vibo Valentia (82,1) e Palermo (81,9). Pericolo medio-alto per Aosta (61,6), Imperia (52,7) e Biella (50,3).


   


Nessun commento:

Posta un commento